Gestione degli ordini

eDock ti consente di "raccogliere" tutti gli ordini provenienti dai marketplace, in un'unica schermata.

Gli ordini prevedono dettagli che possono differire per marketplace da cui giunge.

Segue un breve riepilogo dei dettagli delle funzioni sulla gestione dell'ordine. Per approfondire il tema, poi, sei invitato a leggere la documentazione specifica o contattarci per delucidazioni.

Per tutti i marketplace, eDock prevede:

  • la ricezione dell'ordine: download manuale o automatico (previo setup)
  • la sincronizzazione con il marketplace, dello stato di avanzamento dell'ordine (ad esempio su eBay: pagato, contrassegno, spedito e tracking ordine)
  • il salvataggio dei dati del cliente, per tutta la vita della licenza
  • l'esportazione dei dati dell'ordine in formati pronti da inviare ai corrieri (Bartolini, DHL, SDA e GLS) oppure secondo tracciato personalizzato
  • la stampa dell'ordine
  • la possibilità di configurare innumerevoli fasi di avanzamento dell'ordine per poter inviare comunicazioni via mail automatiche (ad esempio: aggiungere una fase di avanzamento dell'ordine "Ringraziamenti" che preveda l'invio di una mail di ringraziamento al cliente)
  • geodecoding eBay: nel caso in cui l'ordine fosse riferito ad un destinatario che ha imputato i dati in modo parziale, ad esempio sulla provincia, eDock corregge il dato in questione garantendone la completezza

 

Ordini con anomalia

In alcuni casi può succedere che eDock importi ordini duplicati. Questo succede perché alcuni mercati, come eBay, obbligano il venditore ad impegnare la merce immediatamente appena l’ordine viene effettuato (es. click sul bottone “Compralo Subito”), ma permettono all’acquirente di rimandare di qualche tempo (a volte anche giorni) il pagamento. Su eBay, in particolare, fin quando l’acquirente non seleziona il metodo di pagamento, l’ordine viene considerato Aperto, ovvero è possibile aggiungere ulteriori prodotti all’ordine. Tuttavia dal momento che, come abbiamo detto, eBay richiede di impegnare la merce sin da subito, è necessario che eDock ne sia a conoscenza prima dell’effettiva chiusura dell’ordine da parte dell’acquirente.

Per questa ragione eDock importa immediatamente gli ordini, anche se ancora aperti. Su alcuni mercati, come eBay, però all’atto della chiusura dell’ordine, viene realmente generato un nuovo ordine, con un numero completamente diverso. In questo caso eDock, quindi, si troverà ad importare un nuovo ordine (poiché il numero è diverso da quelli precedentemente importati) contenente però righe di altri ordini precedentemente importati.

Facciamo un esempio.

L’acquirente Mario entra sul negozio del venditore, trova un’inserzione che gli interessa e clicca sul bottone “Compralo Subito”. In questo momento, eBay genera un ordine in stato Aperto che supponiamo avere ID 1. Mario però non è ancora convinto di voler chiudere l’ordine, perché ha visto anche qualche altra inserzione che gli può interessare, ma ha bisogno di confrontarsi con sua moglie la mattina seguente. Il giorno seguente Mario, dopo essersi confrontato, decide di acquistare un secondo prodotto, entra sull’inserzione relativa e clicca su “Compralo Subito”. eBay genera un ulteriore ordine in stato Aperto che supponiamo avere ID 2. eBay gli ricorda che ha acquistato anche il secondo e lo invita a pagare. Nel momento in cui Mario sceglie il metodo di pagamento, eBay considera chiuso l’ordine e genera un ordine, con ID 3, che contiene i due articoli precedentemente importati e “nasconde” gli ordini 1 e 2.

Veniamo a eDock. Qundo eDock scarica gli ordini dal tuo account eBay, recupera quelli che eBay gli comunica in quel preciso momento, compresi quelli Attivi, proprio perché, come abbiamo detto, eDock dovrà impegnare la tua merce per far sì che non venga venduta su altri mercati (o mercati eBay esteri). Va da sè, dunque, che in funzione di quando eDock chiederà ad eBay di fornirgli gli ordini, si possono ottenere scenari diversi.

In alcuni casi, quindi, eDock potrà generare:

  1. l’ordine 1, quindi l’ordine 2 e infine l’ordine 3, oppure
  2. l’ordine 1 e infine l’ordine 3, oppure
  3. direttamente l’ordine 3

Nel caso 1 e 2 abbiamo una situazione delicata, perché su eDock abbiamo ordini che sono “duplicati” o parzialmente duplicati (nel caso 2). Questi sono i casi in cui appare l’icona di ordine in anomalia (un punto esclamativo bianco su un triangolo di colore rosso). eDock ti segnala di prestare attenzione ad un particolare ordine poiché contiene delle righe che sono state precedentemente importate. Va da sè che l’icona verrà potenzialmente visualizzata solo sugli ordini simili al 3, ovvero ordini con più di una riga.

È possibile filtrare gli ordini che sono in anomalia, selezionando il filtro “Anomalia” e scegliendo il valore Sì (o No, se si vogliono escludere quelli in anomalia)

Infine, cliccando sull’icona di anomalia, eDock ti presenta quali sono gli ordini collegati a quest’ultimo, in modo tale da aiutarti a gestire questi casi più semplicemente.

Gestione precisa del magazzino

In passato, di fronte ad ordini doppi, si verificava una situazione spiacevole in quanto il magazzino degli articoli acquistati veniva scaricato due (o più) volte, dando origine ad uno stato non preciso. Con questa nuova implementazione, invece, il magazzino viene scaricato solo per quelle righe che non sono già state importate, evitando così di doversi ricalcolare la quantità effettivamente disponibile.

Ordini senza indirizzo di spedizione

È stata anche implementata anche una nuova modalità di importazione degli ordini. Con questa nuova modalità è possibile che si verifichi che arrivino ordini senza indirizzi di spedizione / fatturazione, questo poiché l'utente non ha ancora selezionato l'indirizzo definitivo. In tal caso si tratta certamente di ordini non ancora pagati, in quando prima di procedere al pagamento è necessario effettuare questa selezione.

Nel momento in cui l'ordine verrà concluso (ovvero il cliente, su eBay avrà selezionato l'indirizzo di spedizione e il metodo di pagamento), eDock si riaggiornerà, importando correttamente questa informazione precedentemente mancante.

 

Altre domande? Invia una richiesta

Commenti